VERBALE SEDUTA DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DEL 15 GENNAIO 2020

  1. Riflessioni e risonanze riguardo il primo Consiglio Pastorale a livello cittadino presieduto dal Vicario Episcopale di zona, Mons. Luca RAIMONDI, tenutosi il 03 dicembre 2019 a Rho.

Il C.P.P. accetta la sfida riguardo al fatto di poter allargare le vedute delle singole comunità parrocchiali, in vista della futura fusione tra Unità Pastorali nella prospettiva di Comunità pastorali, sottolineando che ogni singola Parrocchia, pur mantenendo le proprie tradizioni dovrà impegnarsi alla condivisione all’interno della Comunità Pastorale.

Importante il ruolo dei laici all’interno delle Parrocchie e in futuro delle Comunità Pastorali: ciascuno, prendendo l’impegno di metter il proprio tempo a disposizione della Comunità, dovrà farlo sempre sopra le parti.

Sarà una vera e propria sfida, che seppur faticosa, potrà soltanto portare ulteriore ricchezza d’animo. Ogni Comunità dovrebbe accogliere tale sfida, nell’ottica del lavorare insieme e del confronto costante, sia tra i sacerdoti che tra i laici. Preghiamo per questo cammino futuro facendoci guidare dallo Spirito Santo.

  1. Viene presentato ai membri del C.P.P. il testo “Formazione e Prevenzione”. Il documento Diocesano è stato curato dalla Commissione per la Tutela dei Minori. Don Diego invita tutti alla lettura, affinché alla prossima seduta del Consiglio Pastorale, si possa riflettere insieme e rilanciare il messaggio di tale testo a garanzia della tutela dei minori.

Papa Francesco ha proposto varie riflessioni riguardo la tutela dei minori; in particolare va ricordata la Lettera Apostolica “Vos estis lux mundi” del 07 maggio 2019. E’ stato chiesto ad ogni Diocesi di costituire una Commissione per la tutela dei minori. Anche la nostra Diocesi si è attivata e come referente diocesana è nominata la dott.ssa Livia Pomodoro.

  1. Don  Diego informa il C.P.P. su come l’Unità Pastorale vive l’aspetto economico, invitando e suggerendo che i due organismi rappresentativi delle comunità, “affari economici” e “consiglio pastorale”, lavorino in stretta sinergia, con l’unico obiettivo di fare scelte condivise, pastoralmente utili mantenendo sempre uno sguardo appropriato ai conti e alle possibilità delle comunità stesse. Don Diego riferisce anzitutto del compito ricevuto di portare a termine un lavoro già iniziato nel 2015, all’interno della chiesa di Terrazzano, ovvero il riscaldamento a pavimento, in quanto tutt’ora è presente solo sul presbiterio. Si rende necessario effettuare tale opera poiché la centrale termica che serve la chiesa presenta diverse problematiche. È stata già data l’autorizzazione da parte della Curia, mentre si resta in attesa del benestare da parte della Commissione delle Belle Arti. Il completamento dei lavori potrebbe essere effettuato durante il periodo estivo e sono state interpellate alcune Ditte specializzate, con una spesa che si aggira intorno ad € 150.000,00; in data odierna la spesa sarebbe interamente già coperta dalla giacenza sul conto corrente della Parrocchia San Maurizio (circa € 160.000)Vengono poi informati i membri del C.P.P. riguardo l’aspetto economico della Scuola dell’Infanzia di Passirana: la situazione è da tempo alquanto problematica; i componenti degli Affari Economici avevano incaricato nei mesi estivi una professionista esterna dalle due comunità parrocchiali che, a titolo gratuito, potesse verificare alcuni primi dati economici: da qui nasce una forte preoccupazione già a partire dalla gestione ordinaria. La Parrocchia San Ambrogio ad Nemus di Passirana, che può contare ad oggi una giacenza sul CC di circa €25000, spesso si trova a dover effettuare operazioni di giroconto a favore della scuola (da settembre 2019 €18.000) per far fronte alle spese da sostenere. Inoltre, oltre alle spese ”ordinarie”, si stanno rendendo urgenti anche alcuni interventi “straordinari” per la sicurezza della struttura stessa (vd. copertura tetto, costo di circa € 27.000).  Considerata la situazione alquanto precaria, verrà fatta una riunione con il parroco ed il personale della Scuola dell’Infanzia.

    Don Diego fa presente che si confronterà per tale problematica con il Vicario Episcopale mons. Luca Raimondi e chiederà agli uffici di competenza di avere i numeri dei nati in questi anni a Passirana; il Consiglio Affari Economici, con la competenza della professionista individuata, continuerà a monitorare la situazione tenendo sempre presente che la Scuola dell’Infanzia è certo un valore aggiunto per la comunità, ma che occorre anche trovare soluzioni necessarie ed adeguate sia dal punto di vista pastorale sia dal punto di vista economico.

  2. Viene richiesta l’apertura della Chiesa di Terrazzano nella giornata della Domenica anche nel pomeriggio come nei giorni feriali. La richiesta viene accolta dal Parroco.