Perché la vita sia accolta sempre, senza se e senza ma

Le volontarie del CAV, da trent’anni, incontrano donne che si trovano ad affrontare una maternità non desiderata, difficile, piena di ostacoli.

A Magenta la nostra sede è all’interno dell’ospedale; abbiamo cercato di renderla il più accogliente possibile, ma a volte in emergenza abbiamo fatto colloqui ovunque: in sala parto, in un bar, al Mc Donald’s o in reparto dove sono ricoverate le donne in attesa di procedere con l’interruzione di gravidanza.

Abbiamo un ufficio con orari di ricevimento, ma a volte è stato necessario fare colloqui il giorno di ferragosto, alla vigilia della nostra partenza per le vacanze, alla vigilia di Natale oppure per telefono.

La volontaria non è mai sola: dopo un colloquio difficile troviamo conforto nel confronto con altre volontarie… ecco perché lavoriamo sempre in equipe, per confrontarci, sostenerci e per trovare insieme un percorso particolarmente adatto alla donna che stiamo sostenendo.  Per fare tutto questo, abbiamo acquisito un’adeguata formazione che continua negli anni.

Le donne che incontriamo arrivano quando la loro scelta non è ancora definitiva, oppure quando hanno già deciso di procede all’aborto: quest’anno abbiamo incontrato molte mamme che aveva già in mano il certificato per IVG (interruzione volontaria di Gravidanza).

Quello che chiedono è Ascolto, ascolto delle loro tribolazioni, del loro dolore, dei loro dubbi: questo è il colloquio ed è il cuore del cav. E’ accoglienza totale della mamma. In questo modo entriamo nelle loro storie, sosteniamo le loro fatiche: a volte le loro vicende sono lontanissime da noi, altre ci toccano in modo particolare perché anche noi abbiamo vissuto le stesse prove. Spesso sono lasciate sole dai familiari più prossimi: abbiamo sostenuto ragazze messe alla porta dai genitori stessi, oppure sono i familiari, la mamma addirittura, a prospettare l’aborto come unica soluzione.

L’esperienza accumulata in tanti anni e la vita di tutti i giorni a contatto con queste donne ci spingono a testimoniare che è possibile prevenire l’ aborto condividendo il peso che spesso una gravidanza indesiderata o difficile comporta.

Noi volontarie del Cav sperimentiamo OGNI VOLTA che questa è una stupenda occasione di crescere e di capire che la compagnia che riusciamo a fare è resa possibile dal continuo amore con cui anche noi siamo sostenute e accolte: è l’abbraccio di Cristo che ci accompagna.

Tutte le donne che incontriamo, indipendentemente dalla loro scelta finale, ci ringraziano per averle ascoltate. Le loro parole ci spronano a continuare a sostenere la dignità della vita umana, sempre sacra. I bambini ci chiedono di essere la loro voce ad essere testimoni che OGNI VITA VALE.